La Via dei Piloni

La Via dei Piloni e’ un percorso segnato che parte dal ponte acquedotto di Gravina in Puglia e termina a Fontana d’Ogna di Poggiorsini, Al centro c’e il Belvedere di Dolcecanto nei pressi dell’omonimo Borgo rurale che e’ stato costruito con la riforma agraria degli anni 60.
La via per camminatori ha due appendici, una sul lato destro in direzione che è il percorso naturalistico della via dell’acqua e della pietra che fiancheggia il torrente gravina e il percorso archeologico di Botromagno che porta su ai luoghi sacri di Santo Stefano e a Santo Staso. Il percorso è ricco di tombe e tracce dell’antica città, trulli, lamie e muretti a secco.
Il Borgo di Dolcecanto è animato dalla parrocchia SS Nome di Gesù. La seconda settimana di settembre si tiene una festa patronale dedicata alla patrona S. Maria Goretti. Tutto l’impianto sociale costruito negli anni 60 ha dato risposte alla domanda di occupazione in agricoltura assegnando a moltissime famiglie una “quota” di terreni con casa utile in prima battuta alla sussistenza della famiglia assegnataria. In queste case si viveva comprando solo sale e fiammiferi perché tutto il fabbisogno alimentare era autoprodotto in forma naturale, si producevano conserve e riserve alimentari per il periodo invernale e anche infusi di erbe per le prime cure in caso di malattie.
La casa aveva anche un pollaio, porcilaia e stalla con mucca per uso famigliare. La mamma era una “laureata in economia domestica” capace di razionare tutte le riserve alimentari necessari per completare il ciclo alimentare di un intero anno, era anche sarta, infermiera, cantastorie, cuoca ecc…. Il capo famiglia era contadino, allevatore, artigiano, maestro di antichi mestieri ecc…

Percorri la Via dei Piloni tramite il percorso gps su Goggle Maps